PARTECIPAZIONI DI NOZZE: Come annunciare il proprio matrimonio

IL BON TON DELLA PARTECIPAZIONE NUZIALE

Importanza non poco secondaria, nell’organizzazione di un matrimonio lo svolgono le partecipazioni. Annunciare l’evento in modo appropriato significa anche dare ai destinatari un segnale sul tono della cerimonia.

Il galateo prevede che, per tradizione i genitori della sposa assumano le spese delle partecipazioni e della loro stampa, anche se oggi, gli sposi economicamente indipendenti assumo più spesso le spese del loro matrimonio.

Le partecipazioni si realizzano almeno due o tre mesi primi delle nozze, dopo aver confermato definitivamente il giorno, l’ora e luogo della cerimonia e la location del ricevimento. Vanno poi spedite in modo che arrivino a destinazione almeno un mese prima dell’evento.Sarà poi dovere di chi le riceve confermare o declinare l’invito.

Secondo il galateo devono essere di classe e semplicità: il cartoncino di color bianco o avorio, di consistenza pesante, di aspetto liscio, vergato o leggermente lavorato, impreziosito nel taglio, la stampa deve essere in corsivo “inglese” o comunque con carattere classico, il colore dell’inchiostro grigio, seppia o blu.

Le più antiche tradizioni volevano che fossero i genitori degli sposi ad annunciare il matrimonio dei propri figli: lei sulla sinistra, lui sulla destra. Questa tradizione è stata ormai abbandonata poiché gli stessi sposi vogliono annunciare la loro unione.

 

ALCUNE REGOLE DEL GALATEO:

I Sì e i No imposti dal Galateo

SI’

  • Sì alla carta preziosa o tagliata a mano
  • Sì al bordino colorato
  • Sì agli sposi che si “autoannunciano” dopo i trent’anni
  • Sì ai titoli nobiliari delle persone menzionate
  • Sì agli indirizzi scritti a mano
  • Sì alle madri che compaiono dopo i padri con il cognome da coniugate e quello da nubili
  • Sì al biglietto che porta ala centro data e ora della cerimonia
  • Sì ai menù stampati con cura come inviti e partecipazioni

NO

  • No alle partecipazioni inviate in ritardo
  • No agli inviti “diversi” dalle partecipazioni
  • No l’invito spedito tramite  posta elettronica, o tramite Facebook o altri social network; amici e parenti non ameranno sapere tramite un post che vi sposate. E’  ammesso solo il ’save the date’
  • No alla poca chiarezza
  • No a caratteri diversi
  • No ai nomi accademici delle persone menzionate
  • No ai divieti (ad esempio: sono esclusi i bambini..)
  • No a invitare un solo membro della famiglia
  • No allo stile “barzelletta”

 


 MODI E SCHEMI PER ANNUNCIARE IL MATRIMONIO

Ci sono tre differenti schemi per annunciare le proprie nozze

1. QUANDO I GENITORI ANNUNCIANO IL MATRIMONIO

L’invito deve essere redatto secondo il seguente schema:

– l’annuncio dei genitori

– i nomi degli sposi

– il luogo, la data e l’ora della cerimonia

– gli indirizzi

Come ricorda il galateo non si scrivono titoli accademici delle persone menzionate, mentre sono ammessi i titoli nobiliari. Ci sono però situazioni particolari, eccome come bisogna procedere:

– Se la madre di uno degli sposi è vedova e risposata, parteciperà con il cognome del secondo marito preceduto da quello da nubile, mentre lo sposo/a manterrà il proprio cognome

– Nel caso in cui i genitori siano separati ma in buoni rapporti potranno partecipare insieme (la mogli con il cognome da nubile); caso contrario l’annuncio dovrà esser fatto dal genitore a cui è stato legalmente affidato il figlio/a – Se la cerimonia è celebrata da un Vescovo, o alto prelato, viene scritto dopo la data, l’ora e il luogo della cerimonia “La benedizione nuziale sarà impartita da S.E. Monsignor (nome e cognome) Vescovo di….

PARTECIPAZIONE-1PARTECIPAZIONE-3 PARTECIPAZIONE-2PARTECIPAZIONE-4  PARTECIPAZIONE-5PARTECIPAZIONE-6PARTECIPAZIONE-7PARTECIPAZIONE-8

2. QUANDO GLI SPOSI ANNUNCIANO IL MATRIMONIO

E’ la forma opportuna e consigliata quando entrambi gli sposi hanno oltre trent’anni. anche in questo caso non sono ammessi i titoli accademici. L’invito deve essere redatto secondo il seguente schema:

– i nomi degli sposi

– l’annuncio con relativo  luogo, data e ora della cerimonia

– gli indirizzi della coppia prima del matrimonio e l’indirizzo futuro degli sposi.Solo per importanti motivi personali è permesso omettere gli uni o l’altro.

PARTECIPAZIONE-9

3. QUANDO I GENITORI ANNUNCIANO IL MATRIMONIO ALL’AMERICANA

Lo schema è lo stesso del punto 1, con la differenza che le coppie di genitori annunciano entrambe il matrimonio della sposa con lo sposo.

NB: Solo nel modello americano il nome della sposa viene  sempre scritto prima di quello del futuro marito.

Per le nozze tra un italiano ed uno straniero è opportuno prevedere già in partenza partecipazioni in lingua italiana e nella lingua madre dello straniero. In questo caso è di cattivo gusto stampare sullo stesso oggetto le diciture nelle due lingue.

PARTECIPAZIONE-10 PARTECIPAZIONE-11

 


 

 INVITI 

L’invito, inteso come il cartoncino per il ricevimento inserito nella stessa busta della partecipazione, è nato soprattutto per permettere agli sposi di invitare al ricevimento nuziale solo una parte delle persone alla quale tenevano di più. L’invito per tale motivo deve rispettare lo stesso stile della partecipazione: tipo di carta, carattere e colore si stampa. Spesso nella parte bassa dell’invito si chiede una conferma scrivendo :” E’ gradita la conferma” oppure ” R.S.V.P.”

 invito-1 INVITO-2 INVITO-3


CARTA E CALLIGRAFIA

GRAFIA

Utilizzare carta a mano per partecipazioni e inviti di nozze da una nota distintiva alla partecipazione, esprimendo eleganza e buon gusto. La scelta in tal caso è molto vasta dalle storiche cartiere di Fabriano e Amalfi, che producono ancora carta fatta a mano con le antiche tecniche, fino a varianti più esotiche come la carta di riso, o quelle prodotte con carta di lavorazione manuale di diverse tipologie di piante, o la carta  “kozo”, lavorata artigianalmente con petali di fiori e foglie a vista.  Il vero valore aggiunto della vostra partecipazione in qualsiasi caso verrà dato dalla scelta del carattere si scrittura. Pregiatissima la scelta “amanuense”, che garantisce assoluta eleganza e personalizzazione, main tal caso bisogna vere una buona calligrafia, tempo e pazienza oppure un budget più elevato. In caso contrario una buona soluzione è quella di scegliere tra i caratteri convenzionati, che si dividono in “bastoni” ovvero più puliti e dalle linee più moderne, e “grazie cioè i caratteri più elaborati e più classici. Sta a voi decidere lo stile più consono e che rispecchi al meglio le vostre nozze.

 

 

 

Un pensiero su “PARTECIPAZIONI DI NOZZE: Come annunciare il proprio matrimonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*